Anna e il suo angelo custode - Anonimo

Morale della Favola: Mai sottovalutare il potere del nostro angelo custode.

Anna e il suo angelo custode - Anonimo

Anna e il suo angelo custode

Anonimo

Anna era una giovane segretaria di uno studio medico nella periferia di Napoli. Molto spesso lavorava fino a tardi, ma una sera si fece più tardi del solito e dovette tornare a casa a piedi da sola. Non aveva paura di camminare per le strade del quartiere, poiché abitava a poche centinaia di metri dallo studio.

Mentre proseguiva spedita verso casa, chiese al suo angelo custode di proteggerla dai pericoli. A un certo punto imboccò il vicoletto che faceva da scorciatoia, così da raggiungere più in fretta la sua destinazione, quando notò un uomo, fermo in piedi più avanti, che sembrava stesse aspettando proprio lei.

Anna ebbe paura e cominciò a invocare il suo angelo per ottenere protezione. Immediatamente sentì dentro di sé una sensazione di tranquillità e sicurezza, era come se qualcuno stesse camminando assieme lei. Arrivata alla fine del vicolo, passò proprio davanti a quell'uomo senza che nulla accadesse. Infine, arrivò a casa sua sana e salva. Il giorno dopo sentì in televisione che una ragazza aveva subito violenza nello stesso vicolo mezz'ora dopo il suo passaggio.

Anna si sentì molto male udendo quella dolorosa notizia. Si mise a piangere, pensando che poteva succedere a lei e ringraziò il suo angelo custode per essersi preso cura di lei e lo pregò di aiutare a guarire quella povera ragazza. Quindi, decise di andare al Commissariato di polizia, dove raccontò la sua storia.

L'ispettore di turno le chiese se fosse disposta a identificare quell'uomo. Lei accettò senza indugio e, guardando le foto segnaletiche, riconobbe l'uomo che aveva visto la sera prima nel vicolo.

Il sottufficiale ringraziò Anna per il suo coraggio e le chiese se c'era qualcosa che poteva fare per lei. Lei lo pregò di chiedere a quell'uomo perché non l'aveva aggredita quando gli passò davanti.

Quando il poliziotto rivolse la richiesta di Anna all'uomo del vicolo, egli rispose: "Perché non era sola, c'era un uomo alto e grosso che camminava di fianco a lei".

Non è Meraviglioso?
Acquario Aeronautica Militare Amazon Animali Anonimo Ariete Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Compatibilità Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Ex Facebook Faidaté Favole Fedro fratelli Grimm Gandhi Gemelli Guardia di Finanza Hans Christian Andersen Instagram La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Social Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: Anna e il suo angelo custode - Anonimo
Anna e il suo angelo custode - Anonimo
Morale della Favola: Mai sottovalutare il potere del nostro angelo custode.
https://1.bp.blogspot.com/-N4GAnvCc_u0/X6Pwhkh9jAI/AAAAAAAAId0/8m_F4Ke6qjs663V2x0ummA94kO7iFqh_ACNcBGAsYHQ/s696/angelo_custode.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-N4GAnvCc_u0/X6Pwhkh9jAI/AAAAAAAAId0/8m_F4Ke6qjs663V2x0ummA94kO7iFqh_ACNcBGAsYHQ/s72-c/angelo_custode.jpg
2.3
https://www.duepuntotre.it/2020/11/anna-e-il-suo-angelo-custode-anonimo.html
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/2020/11/anna-e-il-suo-angelo-custode-anonimo.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD + C per Mac) per copiare