Il contadino, il figlio e l'asino - Esopo

Morale della favola: Non possiamo piacere a tutti. Qualunque cosa facciamo ci sarà sempre qualcuno che ci criticherà.

Il contadino, il figlio e l'asino - Esopo

Il contadino, il figlio e l'asino

Esopo

È sempre difficile rendere conciliabili i nostri bisogni con ciò che gli altri ci chiedono poiché spesso reclamano quella versione di noi che loro si aspettano. Il fatto è che ad accontentare sempre gli altri ci perdiamo due volte. Da un lato sacrifichiamo noi stessi, e dall'altro perdiamo la capacità di decidere autonomamente cosa è meglio per noi. Questo racconto, liberamente tratto dalla favola di Esopo "Il contadino, il figlio e l'asino", ne è l'esempio pratico.

Un giorno un vecchio contadino decise di andare al mercato assieme al figlio e un asino. L'anziano genitore fece sedere il ragazzo sull'animale in modo che non si stancasse. Arrivati in un villaggio, la gente del posto cominciò a giudicare e a condannare il fatto che l'anziano camminasse a piedi mentre il ragazzo, giovane e forte, se ne stava in groppa all'asino. Il rimprovero della popolazione fece cambiare posizione ai due viandanti. Il contadino si sedette sull'asino e il figlio proseguì a piedi.

Dopo aver camminato per alcune ore, i due pellegrini giunsero in un secondo villaggio. Anche qui, gli abitanti locali cominciarono a criticare il fatto che il povero ragazzo camminasse a piedi, mentre il padre, grande e grosso, era comodamente seduto.

Per evitare complicazioni, l'agricoltore decise che entrambi avrebbero cavalcato l'asino. Arrivati però al terzo villaggio, i residenti li accusarono di caricare troppo la povera bestia. Sentendo quelle critiche, l'uomo decise che tutti e tre avrebbero proseguito il loro viaggio a piedi.

Giunti in una quarta cittadina, la gente iniziò a canzonarli, poiché avevano un asino e nessuno dei due lo cavalcava. A quel punto, approfittando della situazione, il padre disse al figlio: "Vedi figliolo? Qualunque cosa facciamo c'è sempre qualcuno a cui può sembrare sbagliato. Questo ci insegna che l'importante non è quello che credono gli altri, ma ciò in cui crediamo noi!"
Acquario Aeronautica Militare Amazon Animali Anonimo Ariete Ascendente Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Compatibilità Concorsi Cuspidi Decani Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Ex Facebook Faidaté Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Hans Christian Andersen La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Pesci Polizia Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Social Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: Il contadino, il figlio e l'asino - Esopo
Il contadino, il figlio e l'asino - Esopo
Morale della favola: Non possiamo piacere a tutti. Qualunque cosa facciamo ci sarà sempre qualcuno che ci criticherà.
https://1.bp.blogspot.com/-CZTFhX4UU9A/YUxSqyCzkmI/AAAAAAAAFt0/OWBpmlmattMPRWGZqi5IB4LSo31PHNKfQCLcBGAsYHQ/s696/esopo.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-CZTFhX4UU9A/YUxSqyCzkmI/AAAAAAAAFt0/OWBpmlmattMPRWGZqi5IB4LSo31PHNKfQCLcBGAsYHQ/s72-c/esopo.jpg
2.3
https://www.duepuntotre.it/2021/10/il-contadino-il-figlio-e-lasino-esopo.html
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/2021/10/il-contadino-il-figlio-e-lasino-esopo.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD + C per Mac) per copiare