I musicanti di Brema in breve - Fratelli Grimm

Morale della favola: Unendo gli sforzi si riesce a superare qualsiasi difficoltà - L'unione fa la forza.

I musicanti di Brema - Fratelli Grimm

I musicanti di Brema

Fratelli Grimm

Questo è un breve riassunto liberamente tratto dalla celebre fiaba dei fratelli Grimm, dal titolo: I musicanti di Brema. Si tratta di un racconto fantastico che racchiude una meravigliosa lezione sul lavoro di squadra e su come ogni componente di un team o un gruppo, abbia qualcosa di importante da dare, per quanto fragile possa essere singolarmente.

Un uomo aveva un asino che utilizzava per portare i sacchi di grano al mulino. Col trascorrere del tempo, al povero animale vennero meno le forze. Ogni giorno che passava, diventava sempre più inutile. A un certo punto l'uomo pensò di sbarazzarsi di lui. Accortosi che tirava una brutta aria, l'asino scappò e prese la strada per Brema, pensando che forse avrebbe potuto trovare lavoro come musicista nella banda della città.

Dopo aver camminato a lungo, si imbatté in un cane da caccia che si era adagiato sulla strada, stanco per la lunga corsa.

"Sembri molto stanco, amico", disse l'asino.
"Già!" Esclamò il cane: "Poiché sono vecchio e debilitato dal tempo, non sono più utile per la caccia, così il mio padrone voleva farla finita, ma io sono scappato. Adesso, però, non so cosa fare per procurarmi da mangiare."

"Sai che ti dico?" Ribadì l'asino: "Sto andando alla città di Brema, a vedere se riesco a trovare lavoro come musicista. Vieni con me. Io suonerò il liuto e tu potresti suonare i timpani."

Il cane accettò la proposta dell'asino, e insieme continuarono il percorso. Non passò molto tempo che trovarono un gatto che aveva la faccia di chi non mangiava da diversi giorni.

"Tu, con quella faccia triste, cosa ti è capitato di brutto?" Chiese l'asino.
"Beh, di certo non posso avere un aspetto felice, visto che le cose vanno male", rispose il gatto: "Poiché sto invecchiando, i denti si sono spuntati e adesso preferisco la poltrona anziché correre dietro ai topi, per questo, la mia padrona ha cercato di affogarmi. Fortunatamente sono riuscito a scappare, ma ora non so dove andare."

"Unisciti a noi", disse l'asino: "Tu sei un esperto di musica notturna e puoi far parte della banda". Il gatto accettò e si aggiunse agli altri due. Camminando verso Brema, i tre vagabondi arrivarono a una cascina dove, appollaiato su uno steccato, un gallo urlava a pieni polmoni.

"I tuoi strilli mi rompono i timpani", disse l'asino: "Cosa c'è che non va?"
"Ho profetizzato bel tempo", rispose il gallo: "Giacché oggi è il giorno in cui la Madonna ha cucinato e lavato i panni di Gesù bambino e li ha messi ad asciugare, ma visto che domani è domenica e vengono ospiti, il mio padrone ha ordinato alla cuoca di tagliarmi il collo e mettermi nella pentola. Ecco perché urlo con tutta la mia forza, finché mi resta quel poco da vivere".

"Ehi, Cresta Rossa", disse l'asino: "Faresti meglio a venire con noi. Stiamo andando a Brema e sicuramente qualcosa di meglio della tua triste sorte troverai. Hai una bella voce, se ci uniamo tutti insieme in una banda, usciremo dai guai". Il gallo accettò l'offerta e tutti e quattro partirono per Brema.
Il sole cominciava a tramontare. Consapevoli di non poter raggiungere in tempo utile la città, i quattro amici decisero di accamparsi per la notte nella foresta. L'asino e il cane si distesero sotto un albero, mentre il gatto e il gallo si arrampicarono sui rami. Il gallo volò su in cima per sentirsi più sicuro. Prima di addormentarsi diede un'occhiata in tutte le direzioni e in lontananza vide una luce. Subito avvertì i suoi amici che nei dintorni ci doveva essere una casa.

Allora l'asino disse: "Faremmo meglio ad andare a vedere, perché qui siamo alloggiati molto male". Il cane considerò che qualche osso e un po' di carne non avrebbero fatto male. E così si avviarono tutti e quattro in direzione della luce.

Man mano che si avvicinavano, la luce diveniva sempre più luminosa. I quattro amici proseguirono finché non arrivarono davanti a un covo di briganti. L'asino, che era il più alto di tutti, andò alla finestra per dare un'occhiata all'interno.

"Che cosa vedi?" Chiese il gallo.
"Vedo una tavola apparecchiata con cibo e bevande, e dei briganti che si stanno abbuffando", rispose il cavallo.
"È proprio quello che ci vorrebbe per noi", disse il gallo.
"Certo, se solo fossimo là dentro!" Esclamò l'asino.

A quel punto gli animali si riunirono per discutere sul da farsi. Alla fine trovarono una soluzione. L'asino si appoggiò alla finestra con le zampe anteriori; il cane salì sulla groppa dell'asino; il gatto salì sulla schiena del cane e il gallo volò sulla testa del gatto. Una volta che ognuno aveva raggiunto la sua posizione, al segnale concordato iniziarono tutti insieme a suonare la loro musica. L'asino cominciò a ragliare; il cane lo seguì abbaiando; il gatto si accodò miagolando e il gallo si mise a cantare.
Improvvisamente irruppero nella stanza rompendo i vetri della finestra. I briganti balzarono in piedi spaventati da quel gran fracasso, pensando che si trattasse di un fantasma. Presi dal terrore, scapparono nella foresta. I quattro amici si sedettero a tavola e mangiarono tutto quello che avevano lasciato i loro predecessori.

Quando i quattro musicisti terminarono di mangiare, spensero la luce e cercarono un posto per dormire adeguato alla natura e ai gusti di ognuno. L'asino si distese nella stalla; il cane davanti alla porta; il gatto vicino al focolare e il gallo si appollaiò su una trave. Stanchi, subito si addormentarono.

A mezzanotte, da lontano i briganti videro che la luce in casa era spenta e che tutto sembrava tranquillo, il loro capo disse: "Non avremmo dovuto farci spaventare così facilmente". Poi, chiamò uno dei suoi uomini e lo mandò in ricognizione.

L'uomo trovò tutto calmo e silenzioso. Si diresse in cucina per accendere un lume. Scambiò gli occhi luminosi del gatto per brace accesa, quindi vi avvicinò un fiammifero, per accenderlo. Improvvisamente il gatto gli saltò in faccia e iniziò a graffiarlo. Spaventato, l'uomo corse verso la porta sul retro, calpestando il cane il quale balzò in piedi e gli diede un morso sulla gamba; e quando il brigante arrivò nella stalla, l'asino gli diede un calcio feroce. Intanto, il gallo, svegliato da tutto quel trambusto, cominciò a strillare a tutto volume con i suoi acuti "Chicchirichì!"

L'uomo corse via come se il diavolo gli andasse dietro. Arrivato dal suo capo, gli disse: "In casa c'è un orribile mostro che mi ha graffiato la faccia con le sue lunghe unghie. Alla porta, un uomo armato di coltello me lo ha piantato in una gamba. Nel cortile, un enorme drago mi ha picchiato con un martello. Intanto, in cima al tetto, il giudice gridava: 'Portatemi qui quel mascalzone!' Meno male che sono riuscito a scappare".

I banditi non osarono più rientrare nella casa. I musicanti di Brema si trovarono così bene che non ne uscirono più. E se voi non ci credete, andate a vederli.
Acquario Aeronautica Militare Amazon Animali Anonimo Ariete Ascendente Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Compatibilità Concorsi Cuspidi Decani Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Ex Facebook Faidaté Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Hans Christian Andersen La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Pesci Polizia Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Social Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: I musicanti di Brema in breve - Fratelli Grimm
I musicanti di Brema in breve - Fratelli Grimm
Morale della favola: Unendo gli sforzi si riesce a superare qualsiasi difficoltà - L'unione fa la forza.
https://1.bp.blogspot.com/-6HyIpphoUhM/YPM1_BhzD-I/AAAAAAAAFhM/udDXwealpd4DUdcUhyN_38SjW5XRj3K8gCLcBGAsYHQ/s696/musicanti.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-6HyIpphoUhM/YPM1_BhzD-I/AAAAAAAAFhM/udDXwealpd4DUdcUhyN_38SjW5XRj3K8gCLcBGAsYHQ/s72-c/musicanti.jpg
2.3
https://www.duepuntotre.it/2021/08/i-musicanti-di-brema-in-breve-fratelli.html
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/2021/08/i-musicanti-di-brema-in-breve-fratelli.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD + C per Mac) per copiare