La toccante storia del dr. Theodore Stoddard

Questa emozionante storia, scritta da Elizabeth Silance Ballard, racconta del dr. Theodore Stoddard e dell'influenza che la sua insegnante ha avuto su di lui.

La toccante storia del dr. Theodore Stoddard - I Parte Tutto iniziò durante il primo giorno di scuola di tanti anni fa, mentre la signora Thompson si trovava di fronte alla sua classe di quinta elementare.

Com'era solito fare ogni volta che cominciava l'anno scolastico, l'insegnante guardò i suoi studenti e disse loro di amarli tutti quanti allo stesso modo, nonostante nel profondo del suo cuore, ella sapeva di aver detto una bugia, poiché, seduto in prima fila, c'era un bambino di nome Teddy Stoddard, che dormiva con la testa poggiata sul banco.

La signora Thompson aveva conosciuto Teddy l'anno prima e già allora si era accorta che il ragazzo non interagiva in modo sereno con gli altri compagni di scuola; che i suoi vestiti erano sporchi e che lui stesso avrebbe avuto bisogno di un buon bagno. Anche con lei, delle volte, assumeva un comportamento scorbutico e antipatico.

Addirittura, la signora Thompson era arrivata al punto da compiacersi nel segnare i compiti del ragazzo facendo una vistosa "X" lungo tutto il foglio con la penna rossa. Quando a fine mese fu il momento di fare una valutazione dei suoi alunni, lei mise Teddy all'ultimo posto nella lista. Tuttavia, riesaminando il suo fascicolo, ebbe una sorpresa.

Di lui, la sua maestra di prima elementare aveva scritto: "Teddy è un alunno brillante e con il sorriso sempre pronto. Fa il suo lavoro in modo ordinato ed è un bambino di buone maniere. È una gioia vederlo in giro."

Il giudizio dell'insegnante di seconda elementare era: "Teddy è uno studente eccellente, benvoluto dai suoi compagni di classe, ma è turbato perché sua madre ha una malattia terminale e la vita a casa sua deve essere davvero dura."

La sua insegnante di terza elementare aveva scritto: "Il dolore per la morte di sua madre ha avuto un effetto devastante sul ragazzo. Lui sta cercando di fare meglio che può, ma suo padre non mostra alcuna attenzione. Tutto questo inciderà sul suo carattere se alcuni provvedimenti non saranno presi."

Scorrendo il parere dell'insegnante di quarta elementare si leggeva: "Teddy si è chiuso in sé stesso e non mostra molto interesse nelle materie scolastiche. Non ha molti amici e a volte si addormenta in classe."

A quel punto, la signora Thompson comprese il problema e si vergognò di se stessa. Si sentì ancora peggio quando i suoi studenti le portarono i regali di Natale. Erano avvolti in elegantissima carta lucida, con nastri e fiocchi colorati, ad eccezione di Teddy. Il suo regalo era stato goffamente avvolto in una carta marrone che aveva ricavato da un sacchetto della spesa.

La signora Thompson ebbe cura di aprirlo assieme agli altri regali. Alcuni bambini cominciarono a ridere quando videro il bracciale con strass da cui mancavano alcune delle pietre, e una bottiglietta contenente si e no di un quarto di profumo. Soffocò le risate dei bambini affermando con tono enfatico che il braccialetto le era gradito. Lo indossò e si spruzzò un po' del profumo sul polso. Teddy rimase sin dopo l'orario di scuola quel giorno, giusto il tempo di dire: "Signora Thompson, oggi lei profuma proprio come la mia mamma. [next] Dopo lo scambio dei regali di Natale a scuola, e, atteso che gli alunni fossero andati via, la signora Thompson rimase un'altra ora, da sola, piangendo.

Da quello stesso giorno, oltre ad insegnare a leggere, a scrivere e a fare i conti, cominciò ad educare i suoi piccoli alunni. Prestò una particolare attenzione nei confronti Teddy. Nei momenti in cui l'insegnante si dedicava a lui, la sua mente sembrava risvegliarsi. Più lei lo incoraggiava, più velocemente rispondeva. Alla fine dell'anno, Teddy era diventato uno dei bambini più brillanti e studiosi della classe. A dispetto della fase iniziale di quella sua bugia, che avrebbe amato tutti i bambini allo stesso modo, Teddy divenne uno dei suoi alunni preferiti.

Un anno dopo, trovò un biglietto sotto la sua porta da parte di Teddy, su foglio c'era scritto che era stata la migliore insegnante che avesse mai avuto in tutta la sua vita.

Passarono sei anni prima di ricevere altre notizie da Teddy. Nell'occasione, il ragazzo le scrisse di aver conseguito il diploma liceale, classificandosi al terzo posto nell'Istituto, e che lei era sempre la migliore insegnante che avesse mai avuto nella vita.

Quattro anni dopo ricevette un'altra lettera. C'era scritto che, nonostante a volte avesse trovato delle difficoltà, aveva continuato a studiare, mettendocela tutta, e che presto si sarebbe laureato all'Università con il massimo dei voti. Ancora una volta assicurò che era l'insegnante migliore che avesse mai avuto in tutta la sua vita.

Passarono ancora quattro anni e la signora Thompson ebbe un'altra lettera. Questa volta c'era scritto che dopo aver conseguito la laurea in Medicina, aveva deciso di prendersi la specializzazione. La missiva riportava che era sempre la sua insegnante preferita, oltre ad essere la migliore che avesse mai avuto. Ma il suo nome stavolta era un po' più lungo. In calce, la lettera era firmata: dr. Theodore F. Stoddard.

Ma la storia non finisce qui, perché in quella stessa primavera arrivò un'altra lettera. Teddy comunicò che aveva incontrato una ragazza e che i due piccioncini stavano per sposarsi. Spiegò che suo padre era deceduto qualche anno prima, per cui, chiese alla signora Thompson di accompagnarlo all'altare. Un ruolo che di solito viene riservato alla madre dello sposo.

Ovviamente, la signora Thompson accettò con piacere e, riuscite a indovinare che cosa fece? Indossò il famoso braccialetto, quello a cui mancavano diversi cristalli di strass. Inoltre, si mise il profumo che aveva ricordato la madre di Teddy durante l'ultimo Natale trascorso insieme.

Si abbracciarono. Il dr. Stoddard le sussurrò all'orecchio: "Grazie mille, signora Thompson, per aver creduto in me. Per avermi fatto sentire importante e per avermi insegnato che potevo fare la differenza."

Con gli occhi pieni di lacrime e la voce tremante dall'emozione, la signora Thompson, replicò: "No Teddy, ti stai sbagliando. Sei stato tu ad avermi insegnato a fare la differenza. Non sapevo come insegnare fino a quando ti ho incontrato."
Acquario Aeronautica Militare Amazon Animali Anonimo Ariete Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Faidaté Favole Fedro fratelli Grimm Gandhi Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Social Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: La toccante storia del dr. Theodore Stoddard
La toccante storia del dr. Theodore Stoddard
Questa emozionante storia, scritta da Elizabeth Silance Ballard, racconta del dr. Theodore Stoddard e dell'influenza che la sua insegnante ha avuto su di lui.
https://2.bp.blogspot.com/-BXRC2QbnmGc/Wo705ZTmhjI/AAAAAAAAHbY/nAdcRx5x3fcMapach1SnzUcb8sbXLVd8QCLcBGAs/s1600/bimbo_dorme.jpg
https://2.bp.blogspot.com/-BXRC2QbnmGc/Wo705ZTmhjI/AAAAAAAAHbY/nAdcRx5x3fcMapach1SnzUcb8sbXLVd8QCLcBGAs/s72-c/bimbo_dorme.jpg
2.3
https://www.duepuntotre.it/2018/02/la-storia-del-dr-theodore-stoddard-1.html
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/
https://www.duepuntotre.it/2018/02/la-storia-del-dr-theodore-stoddard-1.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Dicembre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD + C per Mac) per copiare