$show=search

$show=label

Oggi parliamo di Malala Yousafzai

Dio diede all'uomo e alla donna uguale dignità, dotandoli entrambi dei diritti inalienabili della persona umana - Genesi 1: 27. Allah sembra di no!

Oggi parliamo di Malala Yousafzai Sin da quando è venuta al mondo il 12 luglio 1997, a Mingora, in Pakistan, Malala Yousafzai (nella foto), si è trovata ad affrontare il "castigo" che incombe sulle donne in molti paesi del Sud-est asiatico, tra cui anche le regioni dell'India della Cina e del Bangladesh, dove ancora oggi vige la rigorosa legge del Corano, che discrimina le donne.

Le donne sono disprezzate dalla cultura islamica in generale, che le equipara a una sorta di "cittadini di serie B". Secondo le leggi del Corano, infatti, la donna deve sottomettersi all'uomo il quale ha piena autorità su di lei, in virtù dei privilegi concessi da Allah.

La verità è che già dalla nascita, le bambine islamiche vengono educate alla valorizzazione della morale, al mantenimento della verginità e alla cura della bellezza, esaltando, così, lo stereotipo della donna, che, oltre a "farsi bella", deve prendersi cura della casa. Insomma, oltre che a giocare con le bambole, ancora bambine, devono aiutare le loro mamme nelle faccende domestiche e imparare a lavare, pulire e cucinare per l'uomo. Tutto questo, però, non ha impedito al papà di Malala, il sig. Ziauddin Yousafzai, di professione insegnante, di dare a sua figlia la stessa educazione e le medesime opportunità che lei avrebbe avuto se fosse nata uomo. Tutto è filato liscio fino a quando, giovanissima, Malala ha cominciato a scrivere su un blog, rendendo pubblica la sua battaglia in favore dei diritti civili e all'istruzione della donna. Ciò l'aveva resa un bersaglio da parte di estremisti talebani.

Nel pomeriggio di martedì 9 ottobre 2012, all'uscita di scuola, sull'autobus che la stava riportando a casa, uno sconosciuto mascherato le sparò un colpo di pistola alla testa. L'attentato fu rivendicato da un gruppo di integralisti arabi.

Rimasta in coma per 10 giorni, Malala si risvegliò in un ospedale di Birmingham, in Gran Bretagna, dove le fu raccontato ciò che le era accaduto e che il mondo intero invocava la sua guarigione. Ora, davanti a sé aveva due strade, poteva sfruttare questa nuova vita da vivere in piena tranquillità in Inghilterra, oppure continuare la sua lotta in favore delle donne.

Malala Yousafzai scelse la strada più difficile. Decise di continuare la sua lotta per l'uguaglianza dei sessi, con l'intento di perseguirla fino a quando ogni donna non sia libera di studiare e andare a scuola.

Nel 2013, a soli 16 anni, Malala fu candidata al Premio Nobel per la pace. L'anno dopo, nel dicembre del 2014, le arrivò l'ambito riconoscimento, divenendo la più giovane vincitrice di premio Nobel della storia.

Oggi, dopo aver fondato "Malala found", un'organizzazione benefica, no profit, questa coraggiosa ragazza continua a dare speranza alle donne che hanno voglia di decidere il proprio futuro.

COMMENTI

GOOGLE+:
Nome

Acquario Aeronautica Militare Animali Anonimo Ariete Armi Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Fascino Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Paulo Coelho Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Selma Lagerlof Snapchat Social Società Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: Oggi parliamo di Malala Yousafzai
Oggi parliamo di Malala Yousafzai
Dio diede all'uomo e alla donna uguale dignità, dotandoli entrambi dei diritti inalienabili della persona umana - Genesi 1: 27. Allah sembra di no!
https://1.bp.blogspot.com/-6wFFIInRpk8/W8MAXRWKpqI/AAAAAAAADNE/_quAvuTdB7QBJxa1UJBU-4Fyn3UIIdyTACLcBGAs/s1600/Malala.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-6wFFIInRpk8/W8MAXRWKpqI/AAAAAAAADNE/_quAvuTdB7QBJxa1UJBU-4Fyn3UIIdyTACLcBGAs/s72-c/Malala.jpg
2.3
http://www.duepuntotre.it/2018/10/oggi-parliamo-di-malala-yousafzai.html
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/2018/10/oggi-parliamo-di-malala-yousafzai.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Diecmbre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD+C per Mac) per copiare