$show=search

$show=label

Breve storia di Ganesh, il dio indù con la proboscide

Gli indù salutano unendo le mani, facendo un inchino gentile e dicendo "Namasté", che significa, c'è Dio in te.

Breve storia di Ganesh, il dio indù con la proboscide Questa è la breve storia della vita di Ganesh, una delle divinità più conosciute e amate nel Pantheon degli dei indù, ed è anche il più popolare al di fuori dell'India, noto come il "Dio Elefante".

Ganesh (oppure Ganapati o Lord Ganesha), è il dio della fortuna, del successo e della prosperità. Nonostante la sua immagine "buffa" (poiché viene raffigurato con la testa di elefante, una grande pancia tonda e da quattro, fino sedici braccia), è grazie ai suoi benefici attributi il motivo per cui è molto venerato da tutti gli indiani, indipendentemente dalla casta o dai gruppi sociali e spirituali.

La sua icona proboscidata appare ovunque e viene invocato prima di intraprendere qualsiasi iniziativa. Ganesh è associato al 1° Chakra (la ruota di luce energetica), che è alla base di tutti gli altri Chakra e rappresenta la conservazione, la sopravvivenza e il benessere materiale. Oltre ad essere un mecenate delle arti, delle scienze e delle lettere, egli garantisce il successo, la prosperità e la protezione contro le avversità. Ganesh viene anche invocato dai devoti contro la vanità, l'egoismo e l'orgoglio.

Alcuni studiosi ipotizzano che Ganesh sia nato da Shiva e dalla sua consorte Parvati, e che abbia un fratello che si chiama Skanda il quale rappresenta l'incarnazione dell'amore, la grazia, del coraggio e le azioni virtuose.

Come tutti i bambini, anche Ganesh fu mandato a scuola dalla madre, la dea Parvati, per diventare istruito.

Il primo giorno imparò le prime tre lettere dell'alfabeto, A, B, C. Era così emozionato che quando tornò a casa, corse subito dalla madre, dicendo: "Mamma, mamma, gioca con me." Ma sua madre aveva tante cose da fare, perciò, gli chiese di giocare da solo nel giardino. Ganesh andò in giardino e, vedendo il gatto del vicino, gli disse: "Gatto, gioca con me. Giocheremo ad andare a scuola. Io farò il maestro e tu sarai il mio allievo. Ti insegnerò l'alfabeto."


Con la mano insicura, scrisse sulla lavagna A, B, C, poi, indicando la "A", disse al gatto: "Ripeti con me, A." Il gatto si limitò a dire: "Miaooo." Ganesh rimproverò il gatto: "Non sei molto intelligente. Ripeti assieme a me, A, B." Il gatto miagolò due volte: "Miaooo, miaooo." Il piccolo Ganesh stava cominciando a perdere la pazienza con il gatto, gli disse: "Gatto! Devi imparare l'alfabeto correttamente, altrimenti sarò arrabbiato con te!" Poi, indicando tutte e tre le lettere sulla lavagna, continuò: "Ripeti con me, A, B, C." E il gatto rispose: "Miaooo, miaooo, miaooo." Ganesh si sentì molto infastidito e, oscillando in alto il dito indice, comunicò il suo dissenso al gatto.

Al gatto non piacque quel gesto e scappò via sentendosi triste. Ganesh decise di rientrare in casa. Fu sorpreso di vedere che la mamma era imbronciata con lui. Il ragazzo domandò: "Mamma, perché sei così triste?" Parvati rispose: "Vieni qui, ragazzo mio e, dimmi, cosa stavi facendo in giardino?" Ganesh rispose: "Stavo solo giocando con il gatto." La madre, di rimando: "Ti sei arrabbiato con il gatto?" Ganesh disse: "Solo un po'."

La dea Parvati spiegò: "Ascoltami attentamente, ragazzo mio, poiché questa è la lezione più importante che imparerai in tutta la tua vita. Io sono la madre dell'intero Universo e vivo in tutte le cose. Sono io che vivo nel gatto, quindi, quando sei arrabbiato con qualcuno, sei arrabbiato con me. Adesso capisci perché mi sento triste?"

Ganesh comprese che Dio è presente in tutte le cose viventi, di conseguenza, se feriamo o facciamo del male a qualcuno, è come se facessimo del male a Dio. Da quel giorno in poi, Ganesh non ha mai fatto del male a nessuna creatura vivente.

COMMENTI

GOOGLE+:
Nome

Acquario Aeronautica Militare Animali Anonimo Ariete Armi Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Fascino Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Paulo Coelho Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Selma Lagerlof Snapchat Social Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: Breve storia di Ganesh, il dio indù con la proboscide
Breve storia di Ganesh, il dio indù con la proboscide
Gli indù salutano unendo le mani, facendo un inchino gentile e dicendo "Namasté", che significa, c'è Dio in te.
https://3.bp.blogspot.com/-y40QoOhM8C8/WyYyIIbOmsI/AAAAAAAAH58/8as1ZI207qgj_Y3AA47U-4lUNfvvX03MACLcBGAs/s1600/ganesh_0.jpg
https://3.bp.blogspot.com/-y40QoOhM8C8/WyYyIIbOmsI/AAAAAAAAH58/8as1ZI207qgj_Y3AA47U-4lUNfvvX03MACLcBGAs/s72-c/ganesh_0.jpg
2.3
http://www.duepuntotre.it/2018/06/breve-storia-di-ganesh-dio-indu-con-proboscide.html
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/2018/06/breve-storia-di-ganesh-dio-indu-con-proboscide.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Diecmbre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD+C per Mac) per copiare