$show=search

$show=label

La vera storia dell'albero di Natale - Anonimo

Morale della favola: Chiunque aiuta un bambino, è come se aiutasse Gesù.

La vera storia dell'albero di Natale - Anonimo

La vera storia dell'albero di Natale

Anonimo

L'albero di Natale è presente in quasi ogni casa, per la felicità dei bambini, che hanno la gioiosa abitudine di appendere i doni sui suoi rami. Le vere origini dell'albero di Natale sono misteriose e senza tempo, di sicuro, si sa che l'usanza di addobbare le piante a fine anno proviene da antiche tradizioni scandinave. Lassù, al Nord, si credeva che le conifere avessero dei poteri magici, dato che sono sempreverdi, nonostante il freddo, la neve e il gelo.


Durante l'inverno, in Norvegia, in Svezia e in Finlandia, ma anche in Germania, c'era l'usanza di appendere davanti alle porte delle ghirlande ricavate dai rami di pino o di abete, credendo che il loro spirito fosse sufficiente per scongiurare ogni male. In alcuni casi, i rami con gli aghi venivano bruciati per riempire la casa del loro fumo e la fragranza dell'incenso.

Questa è la storia dell'albero di Natale, forse non sarà del tutto vera, ma di sicuro è molto bella. Leggetela!

C'era una volta una piccola casetta ai margini della foresta dove viveva un povero taglialegna e la sua famiglia. L'uomo aveva una moglie e due figli che lo aiutavano nel suo lavoro. Il bambino si chiamava Hans e la bambina si chiamava Greta (che non erano quelli dei Grimm). Hans e Greta erano due ragazzi molto obbedienti e di grande conforto per i loro genitori.

Una fredda sera d'inverno, questa famigliola felice era seduta tranquillamente intorno al focolare, mentre fuori infuriava la neve e il vento. Stavano mangiando la loro cena, fatta di pane duro, quando, all'improvviso, udirono un leggero ticchettio provenire dalla finestra, e, dall'esterno, una voce con tono infantile, supplicò: "Oh, fatemi entrare, vi prego! Sono un povero bambino piccolo che non ha niente da mangiare, né una casa dove andare. Morirò di freddo e di fame a meno che voi non mi lasciate entrare."

Hans e Greta saltarono giù dalle loro sedie e corsero ad aprire la porta, dicendo: "Vieni, povero bambino! Non abbiamo molto da darti, ma quel poco che c'è, lo condivideremo con te!"

Il piccolo straniero entrò in casa e per prima cosa si riscaldò le mani e i piedi congelati davanti al fuoco. Il suoi ospiti gli diedero il meglio del loro cibo, poi, gli dissero: "Devi essere stanco, poverino! Vieni, sdraiati sul nostro letto, noi possiamo dormire sulla panca per una notte." Il giovane forestiero ringraziò Dio per le gentilezze ricevute.

Dopo aver accompagnato il loro piccolo ospite nella camera da letto, i due fratellini si ripeterono l'un l'altro quanto erano fortunati ad avere una stanza calda e un letto accogliente, mentre quel povero bimbo aveva il cielo come tetto e la terra come letto. Quando anche il padre e la madre andarono a dormire, tutti e due si adagiarono sulla panca vicino al fuoco del camino, lieti di aver reso felice il bambino venuto da fuori.

Non erano passate molte ore da quando i due si erano addormentati, allorché, dei suoni svegliarono Greta. Dolcemente, scosse il fratellino. "Hans, svegliati e ascolta questa musica soave che arriva da fuori." Era una musica molto dolce, e delle bellissime voci cantavano al suono di un'arpa.

I due bambini ascoltavano quella melodia e una gioia solenne cominciava a riempire i loro cuori. Aprirono la porta e videro un gruppo di piccoli angeli davanti a loro, vestiti d'abiti d'argento, e in mano un'arpa tutta d'oro. Stupiti, i fratellini stavano guardando fuori, quando, una vocina dietro di loro li fece voltare, era il bimbo straniero, vestito con un abito d'oro tutto scintillante.

"Sono il piccolo Gesù bambino - disse - che vaga in giro per il mondo portando pace e felicità ai bravi ragazzi. Voi mi avete accettato e curato quando credevate che io fossi un bambino povero, e da questo momento avrete la mia benedizione per ciò che avete fatto."


Dopo aver spezzato un ramo da un abete, il "piccolo Cristo" lo piantò nel terreno vicino alla casa e disse: "Questo ramoscello diventerà un albero e ogni anno, in questo periodo, produrrà dei frutti per voi." Non appena ebbe fatto questo, svanì, e con lui il piccolo coro degli angeli. Il ramo di abete crebbe e divenne un albero. Ancora oggi, ad ogni Natale, dai suoi rami pendono mele d'oro e noci d'argento.

COMMENTI

GOOGLE+:
Nome

Acquario Aeronautica Militare Animali Anonimo Ariete Armi Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Fascino Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Paulo Coelho Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Selma Lagerlof Snapchat Social Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: La vera storia dell'albero di Natale - Anonimo
La vera storia dell'albero di Natale - Anonimo
Morale della favola: Chiunque aiuta un bambino, è come se aiutasse Gesù.
https://4.bp.blogspot.com/-frth5Rid54Q/Wg8zbADp_WI/AAAAAAAAHCc/6dIXv5g_iAQdCm16OcbjIlvZpiBl1oSNwCLcBGAs/s1600/casetta_neve.jpg
https://4.bp.blogspot.com/-frth5Rid54Q/Wg8zbADp_WI/AAAAAAAAHCc/6dIXv5g_iAQdCm16OcbjIlvZpiBl1oSNwCLcBGAs/s72-c/casetta_neve.jpg
2.3
http://www.duepuntotre.it/2017/11/la-vera-storia-dellalbero-di-natale.html
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/2017/11/la-vera-storia-dellalbero-di-natale.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Diecmbre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD+C per Mac) per copiare