$show=search

$show=label

A Salvatore e Anita Cotugno vorrei ricordare la regola dell'eco

Questa storia può servire a farci considerare qual è il tipo di seme che stiamo dando alle persone vicine a noi.

A Salvatore e Anita Cotugno vorrei ricordare la regola dell'eco C'era una volta un contadino che ogni anno vinceva il primo premio alla fiera del paese per aver prodotto il grano migliore della zona. Egli era molto contento e ogni volta prometteva a tutti che avrebbe fatto il possibile affinché il suo grano fosse sempre più buono. Dopo la premiazione, l'agricoltore regalava un po' dei suoi semi migliori ai contadini del suo rione i quali esaltavano il suo animo generoso.

Ogni anno, i suoi vicini lo ringraziavano per aver condiviso con loro i suoi prodigiosi semi. Lui rispondeva semplicemente: "Il mio grano è il tuo grano!"

Quando il suo giovane figlio gli chiese il motivo per cui spartiva i suoi semi migliori con i suoi vicini, il contadino rispose: "Beh, anche se le apparenze fanno sembrare che io sia molto generoso nel condividere i semi di grano più buoni con i nostri confinanti, in effetti, sto solo mettendo in pratica la 'regola dell'eco'."

"Che cos'è la regola dell'eco?" Chiese suo figlio. "È semplicemente il principio in base al quale tutto quello che noi diamo, ci torna indietro. In questo caso, trattandosi dei semi di grano migliori che abbiamo, alla fine torneranno da noi sotto forma di buon grano!" Rispose il contadino.

Siccome il ragazzo sembrava più confuso di prima, l'agricoltore continuò a spiegare: "Vedi, figliolo, quando i nostri vicini pianteranno i semi che gli ho dato, il grano crescerà. Poi, il vento spargerà il polline delle piante di grano trasportandolo da un campo all'altro, compreso il nostro. Poiché noi sappiamo che i nostri semi sono veramente buoni, possiamo essere sicuri che anche il polline che si sviluppa sarà di ottima qualità, e in questo modo noi avremo il nostro raccolto migliore."

"Se i nostri vicini piantassero del grano di qualità inferiore, quelle piante diffonderebbero il loro polline inferiore, danneggiando la qualità del nostro grano, dal momento che verrebbe impollinato dal grano inferiore. Come vedi, ciò che diamo ritorna a noi, proprio come vuole la regola dell'eco!"

Ora, in questi giorni si sta tanto parlando di Fabio, il ragazzo 13 enne di Mugnano di Napoli, picchiato sotto casa da alcuni coetanei, definiti con il termine di "bulli", di cui il padre e la madre, Salvatore e Anita Cotugno, hanno postato la foto con gli occhi tumefatti su Facebook, scatenando commenti di odio verso quei ragazzi che, pur se abbiano commesso qualche errore, sono pur sempre dei ragazzi i quali, per comportarsi in quel modo, molto probabilmente, non hanno avuto un'infanzia felice, per cui andrebbero capiti e aiutati, e non essere messi al centro di una gogna mediatica, con commenti da parte di utenti che, non mostrando alcuna sensibilità, li vorrebbero "eliminare dalla faccia della Terra".

Si posta la foto del ragazzo picchiato, poiché il suo papà l'ha già messa "pubblica", non curante della sua privacy, a cui vanno i migliori auspici per una presta guarigione, fisica e morale.


Secondo il mio modesto parere, con l'utilizzo della violenza, anche se verbale, certamente non si sconfigge il bullismo, ma, in base alla regola dell'eco, servirebbe solo ad alimentarlo e propagarlo. In questi casi ci si deve affidare alle persone competenti, come la Polizia di Stato, senza aizzare la gente.

COMMENTI

GOOGLE+:
Nome

Acquario Aeronautica Militare Animali Anonimo Ariete Armi Astrologia Belle Benessere Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Fascino Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Libri Luoghi Marina Militare Oroscopo Paulo Coelho Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Selma Lagerlof Snapchat Social Sport Storie Tecnologia Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video Vigili del Fuoco
false
ltr
item
2.3: A Salvatore e Anita Cotugno vorrei ricordare la regola dell'eco
A Salvatore e Anita Cotugno vorrei ricordare la regola dell'eco
Questa storia può servire a farci considerare qual è il tipo di seme che stiamo dando alle persone vicine a noi.
https://1.bp.blogspot.com/-ofq6bPf1tgI/WM8MuIQUpLI/AAAAAAAAF_c/MabQCm3u8OQkiT_LuPwRO1lpr2kffR3MACLcB/s320/grano.jpg
https://1.bp.blogspot.com/-ofq6bPf1tgI/WM8MuIQUpLI/AAAAAAAAF_c/MabQCm3u8OQkiT_LuPwRO1lpr2kffR3MACLcB/s72-c/grano.jpg
2.3
http://www.duepuntotre.it/2017/03/a-salvatore-e-anita-cotugno-vorrei.html
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/2017/03/a-salvatore-e-anita-cotugno-vorrei.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Diecmbre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD+C per Mac) per copiare