$show=search

$show=label

Un muro immaginario tra noi e dove siamo diretti

Spesso, in seguito a numerosi insuccessi e fallimenti, noi siamo emotivamente indotti a rinunciare, a smettere di provare, così come ha fatto lo squalo di questa storia.

Un muro immaginario tra noi e dove siamo diretti In un centro di esperimenti di ricerca, un biologo marino mise uno squalo in una grande cisterna di plexiglass, poi vi gettò dentro un'esca formata da piccoli pesci. Come ci si poteva aspettare, lo squalo cominciò a nuotare rapidamente nell'acqua attaccando e mangiando tutti i pesci a cominciare dal più piccolo.

Successivamente, lo studioso inserì al centro dell'acquario una grossa lastra, in fibra di vetro trasparente, creando, in questo modo, due partizioni separate. Da una parte lasciò lo squalo, mentre dall'altra parte vi gettò nuovamente l'esca composta dai soliti pesci di piccole dimensioni.

Anche in questo caso, non appena li vide, lo squalo fu molto lesto nel voler assalire la sua preda. Questa volta, però, il pescecane andò a sbattere con la testa contro il divisorio. Con costante ostinazione, ogni paio di minuti il predatore continuava a ripetere i suoi attacchi senza ottenere alcun risultato.

Tutte le volte rimbalzava all'indietro. Nel frattempo, i pesci utilizzati come esca nuotavano sani e salvi nella seconda partizione della vasca. Alla fine, dopo un paio d'ore di continui assalti andati a vuoto, lo squalo rinunciò ad attaccare.

L'esperimento fu ripetuto molte volte per alcune settimane. Ogni giorno che passava, lo squalo diventava meno aggressivo ed effettuava un minor numero di tentativi di attacchi ai pesci dall'altra parte. A un certo punto si stancò di colpire il divisorio in fibra e smise del tutto di eseguire le sue cariche.

Infine, lo scienziato rimosse il divisore, ma lo squalo non attaccò più. Il grosso carnivoro marino era stato convinto a credere che esistesse una barriera tra lui e i pesci che facevano da esca.

Questa storia ci insegna che a volte noi vediamo un muro tra noi e dove siamo diretti anche quando in realtà non c'è alcun ostacolo concreto. Un impedimento che esiste soltanto nella nostra testa.

COMMENTI

Nome

Acquario Aeronautica Militare Animali Ariete Armi Astrologia Belle Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Luoghi Marina Militare Oroscopo Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Selma Lagerlof Snapchat Social Sport Storie Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video
false
ltr
item
2.3: Un muro immaginario tra noi e dove siamo diretti
Un muro immaginario tra noi e dove siamo diretti
Spesso, in seguito a numerosi insuccessi e fallimenti, noi siamo emotivamente indotti a rinunciare, a smettere di provare, così come ha fatto lo squalo di questa storia.
https://4.bp.blogspot.com/-Wwpixcty_HI/WDhmahPTP9I/AAAAAAAAFSE/e_RljtCtnkklEuuDy6dRrCkEm7OHNilmACLcB/s320/pescecane.jpg
https://4.bp.blogspot.com/-Wwpixcty_HI/WDhmahPTP9I/AAAAAAAAFSE/e_RljtCtnkklEuuDy6dRrCkEm7OHNilmACLcB/s72-c/pescecane.jpg
2.3
http://www.duepuntotre.it/2016/11/un-muro-immaginario-tra-noi-e-dove.html
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/2016/11/un-muro-immaginario-tra-noi-e-dove.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Diecmbre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD+C per Mac) per copiare