$show=search

$show=label

Otto serpenti più velenosi del mondo

Nota: Il trattamento contro i morsi di serpenti velenosi è spesso controverso, anche all'interno della medicina stessa. In caso di emergente bisogno d'aiuto, è meglio chiamare subito il centro antiveleni più vicino.

Otto serpenti più velenosi del mondo Da millenni l'uomo convive sulla Terra assieme a migliaia di specie di serpenti velenosi il cui morso può risultare estremamente fatale. Elencarli tutti sarebbe un lavoro assurdo, per cui in questa classifica verranno presi in considerazione solo le prime otto specie di serpenti comunemente noti per essere tra i più velenosi al mondo.

8) Serpente a sonagli
Nome scientifico: Crotalus atrox

Di tutti i serpenti a sonagli che vivono negli Stati Uniti, solo alcune specie sono velenose al punto da risultare un serio pericolo per l'uomo. Tra di essi spicca il Crotalo Diamantino. Appartenente alla famiglia dei viperidi, la sua lunghezza può spaziare dai 130 ai 150 cm. Ha la testa a forma triangolare, le pupille da "felino", la lingua biforcuta e i denti ricurvi da cui inietta il veleno.

La caratteristica principale del crotalo è l'estremità della sua coda, dotata di scaglie poste una sull'altra le quali formano il cosiddetto "sonaglio" che, in caso di pericolo, comincia a vibrare producendo il caratteristico suono con cui il rettile avverte che sta per mordere.

Il veleno emotossico, iniettato dal morso del serpente a sonagli, colpisce il sistema circolatorio, danneggia il tessuto e causa delle emorragie interne. Inoltre, al pari del Cobra Reale (Ophiophagus hannah) il quale detiene il primato di serpente velenoso più lungo del mondo, il veleno del crotalo contiene anche elementi neurotossici che immobilizzano il sistema nervoso fino a fermare la respirazione della vittima.

7) Serpente Corallo
Nome scientifico: Micrurus fulvius

I serpenti Corallo fanno parte di un grande gruppo di rettili appartenenti alla famiglia degli elapidi e vivono tra gli Stati Uniti e il Messico. C'è da dire che esistono moltissime specie di serpenti Corallo, velenosi e non, dal Nord America al Sud America. Qualche specie vive anche in Africa e in Asia.

Ma quello che interessa in questa sezione è il più velenoso di tutti, cioè, il "Micrurus fulvius", riconoscibile dalle bande di colore giallo, nero e rosso, che si estendono lungo tutto il corpo. Da non confonderlo però con un altro serpente Corallo, il "Micruroides euryxanthus", molto simile nella forma e nei colori, ma assolutamente innocuo.

A causa, o, grazie alle sue piccole dimensioni - dato che è lungo circa 50 cm. - il Corallo possiede dei denti molto piccoli, spesso inefficaci a perforare la pelle delle scarpe, o indumenti pesanti, per cui questi serpenti non risultano molto pericolosi per l'uomo. Tuttavia, meritano ampiamente di essere citati al settimo posto di questa classifica in quanto il loro veleno neurotossico è molto potente, per cui, potenzialmente letali.

6) Vipera Indiana
Nome scientifico: Echis carinatus

La Vipera indiana è un rettile velenoso che vive dalle parti del Medio Oriente, prevalentemente nell'Asia centrale, in particolare nella penisola indiana e nel Pakistan. È il più piccolo, ma anche il più pericoloso tra tutti gli ofidi velenosi mediorientali, ed è pari solo alla "Vipera della Morte" (Acanthophis antarcticus), che vive in Australia, e alla "Vipera di Russel" (Daboia russelii), che si trova nelle zone dell'Asia centrale.

La vipera indiana ha un temperamento aggressivo, morde con uno scatto fulmineo e il suo veleno è molto potente. Niente a che vedere con le quattro specie di vipere tra le più velenose che vivono da noi, in Italia: Aspis (Aspide); Ammodytes (vipera dal corno); Berus (Linnaeus), e Ursini (Bonaparte), che al suo cospetto impallidirebbero.

Questo rettile (Sind saw-scaled Viper), lungo in genere una sessantina di centimetri (raramente qualche esemplare può arrivare a 80 cm.), si distingue con delle protuberanze sulla testa ricoperte di squame. Sono delle lamine con una forte carenatura, la forma appuntita, di colore marrone scuro, che dividono gli occhi. Il resto del corpo va dal marrone chiaro - rossiccio, al marrone scuro e una fila di 30 macchie lungo tutta la schiena, biancastre con bordi marrone scuro, mentre la parte inferiore è molto più chiara. Si muove per lo più nelle ore serali, o di notte. Durante il giorno preferisce ambienti sabbiosi, dove ama seppellirsi lasciando fuori solo la testa.

5) Serpente Tigre
Nome scientifico: Notechis scutatus

Il serpente Tigre è un rettile aggressivo e molto velenoso che vive nelle lagune, paludi, nei fiumi e foreste di molte zone subtropicali e temperate a Sud dell'Australia, sia sul fronte Est che ad Ovest, comprese le coste della Tasmania. Appartenenti alla famiglia degli elapidi, i serpenti Tigre hanno questo nome a causa del loro colore striato giallo-scuro che ricorda la pelle degli omonimi felini. I maschi di questa specie possono raggiungere e superare i due metri di lunghezza, mentre le femmine, più piccole, arrivano mediamente a misurare da 1,3 a 1,8 metri.

Il Tigre produce un forte veleno neurotossico che viene utilizzato per uccidere la preda, oltre che per proteggersi a sua volta da altri predatori, come gli uccelli rapaci e l'uomo. Non di rado si avventa contro gli esseri umani, anche se in genere lo fa solo per difendersi. Nel caso si viene morsi da questo serpente, è meglio rivolgersi al più presto possibile ad un medico.

Può essere molto pericoloso avvicinare questi rettili dalla testa schiacciata, per esempio, in Primavera, quando arriva la stagione degli amori. Sono animali vivipari, cioè, non depongono le uova. Una femmina gravida dà vita diretta, ogni Estate, ad almeno 20-30 "tigrotti". In qualche caso si sono registrate anche 50-60 nascite in una sola stagione. C'è da aggiungere che appena nati, i piccoli sanno già badare a loro stessi

4) Mamba nero
Nome scientifico: Dendroaspis polylepis

Si ritiene che il Mamba nero sia uno dei serpenti più pericolosi al mondo per gli esseri umani. Oltre ad essere collocato in questa lista al quarto posto come rettile più velenoso, un altro suo primato è quello della velocità, dato che può strisciare rapidamente fino a raggiungere i 20 km all'ora.

Il Mamba nero vive nelle savane dell'Africa ed ha una lunghezza di circa 3 metri, ma alcuni esemplari possono arrivare anche a 4, e diventano molto aggressivi se si sentono minacciati.

Prima della scoperta di un antiveleno, il morso da questo terrificante serpente risultava letale al 100%. Di solito il suo effetto mortale si fa sentire al massimo entro una ventina di minuti. Purtroppo, nelle zone interne del continente non è ancora disponibile l'antiveleno contro il mordo del Mamba nero e le morti risultano ancora oggi molto frequenti.

3) Bungaro fasciato
Nome scientifico: Bungarus candidus

Il Bungaro fasciato (Krait Malese), occupa a ragion veduta il terzo posto tra i serpenti più tossici del mondo poiché la metà dei suoi morsi risulta mortale per gli esseri umani, nonostante sia stato somministrato al malcapitato l'antiveleno.

16 volte più letale di un serpente a sonagli, il suo veleno è di tipo neurotossico e attacca il sistema nervoso causando una paralisi dei muscoli necessari per le funzioni vitali. La morte sopraggiunge di solito dopo 12-24 ore per soffocamento.

Originario della Tailandia, questo rettile lungo poco più di 1,5 metri, dal morso fatale per l'uomo, popola buona parte del Sud-Est asiatico. Colorato a fasce gialle e nere, di solito non è aggressivo, anzi, è molto timido e morde solo se viene provocato. In genere il Bungaro fasciato vive lungo i corsi d'acqua, dove trova più facilmente da mangiare. Non di rado si ciba di altri serpenti, ma anche di lucertole, rane, ratti e altri animali di piccola corporatura.

2) Serpente Bruno orientale
Nome scientifico: Pseudonaja textilis

Al secondo posto di questa lista che comprende le otto specie di serpenti più velenosi del mondo, c'è il serpente Bruno Orientale, per nostra fortuna, anch'esso diffuso nella lontana Australia, sia nel Queensland, che in Nuova Guinea. È lungo poco meno di due metri ed ha il corpo snello con cui si muove assai velocemente. La parte superiore del corpo è di colore marrone con varianti chiari e scure, mentre l'addome può essere color crema, o giallo, con piccole macchie arancio scuro.

In passato questo rettile si è reso responsabile della morte di parecchie persone, dato che solo 2 milligrammi del suo veleno sono sufficienti per uccidere un uomo di 80 kg. Oggi, grazie ad un efficace trattamento antiveleno, il numero dei decessi ogni anno è calato in modo sensibile.

I serpenti bruni orientali hanno una buona vista e preferiscono cacciare durante le ore diurne. La loro dieta è formata prevalentemente da piccoli vertebrati, come le rane, ma anche da uova di rettili, lucertole, uccelli e topi. Una particolarità è che se la zona in cui vivono si affolla troppo di questa specie di serpenti, possono diventare cannibali e mangiare i propri simili.

1) Taipan dell'entroterra
Nome scientifico: Oxyuranus microlepidotus

Il primo posto di serpente più velenoso del mondo spetta di diritto al Taipan dell'entroterra (o dell'interno), un rettile lungo circa 2 metri che vive nelle zone interne più selvagge dell'Australia del Sud. Il suo veleno mortale è stato registrato con un DL50 (Dose Letale al 50%) di appena 0,025 mg per kg. Per fare un esempio pratico, un solo morso di questo serpente potrebbe uccidere in tre quarti d'ora, più o meno un centinaio di forti e sani uomini adulti.

Il Taipan dell'entroterra (conosciuto anche come il "serpente fiero"), lo si riconosce dalla sua forma rotondeggiante e la colorazione della pelle che può variare, a seconda della stagione, dal giallo paglierino in Estate, al marrone scuro in Inverno, mentre la testa è più scura e lucida del resto del corpo.

In genere si nutre di piccoli mammiferi, come i topi del posto, a cui inietta il suo veleno tossico con una serie di morsi rapidi e decisi. Per sfuggire ai predatori e ripararsi dai raggi infuocati del Sole, il Taipan dell'entroterra si rifugia nelle profonde crepe che si formano nel terreno asciutto.

COMMENTI

Nome

Acquario Aeronautica Militare Animali Ariete Armi Astrologia Belle Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Luoghi Marina Militare Oroscopo Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Selma Lagerlof Snapchat Social Sport Storie Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video
false
ltr
item
2.3: Otto serpenti più velenosi del mondo
Otto serpenti più velenosi del mondo
Nota: Il trattamento contro i morsi di serpenti velenosi è spesso controverso, anche all'interno della medicina stessa. In caso di emergente bisogno d'aiuto, è meglio chiamare subito il centro antiveleni più vicino.
http://4.bp.blogspot.com/-xmHAnC32t8I/VpxPn8NIFwI/AAAAAAAADSM/JhdEo5hpDPI/s320/0%2Bserpenti%2Bvelenosi.jpg
http://4.bp.blogspot.com/-xmHAnC32t8I/VpxPn8NIFwI/AAAAAAAADSM/JhdEo5hpDPI/s72-c/0%2Bserpenti%2Bvelenosi.jpg
2.3
http://www.duepuntotre.it/2016/01/otto-serpenti-piu-velenosi-del-mondo.html
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/2016/01/otto-serpenti-piu-velenosi-del-mondo.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Diecmbre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD+C per Mac) per copiare