$show=search

$show=label

Proverbi e detti antichi in dialetto sardo

I proverbi sono soliti essere delle brevi citazioni dal sapore che varia dal dolce al piccante. A volte può capitare che un proverbio sia in contrapposizione con un altro. Per esempio, mentre uno può spingere a muoversi rapidi: "Chi si ferma è perduto", un altro può incitare alla calma: "Guarda dove metti i piedi".

Proverbi e detti antichi in dialetto sardo Antichi proverbi sardi tra i più famosi e detti in dialetto del luogo che ancora oggi vengono citati dagli abitanti di Gallura, della Bambagia e di tutte le province della Sardegna (Cagliari; Carbonia-Iglesias; Medio Campidano; Nuoro; Ogliastra; Olbia-Tempio; Sassari).

I proverbi sono stati sistemati in ordine alfabetico:

A
A caddu curridore, sa briglia forte (Al cavallo da corsa tenere bene le briglie)

A caddu donadu non li mires pilu (Al cavallo donato gli luccica il pelo)

A caddu toccadu sa sedda li pittigat (Al cavallo piagato la sella lo punzecchia)

A chie trabagliat Deus l'adjuat (Dio aiuta chi lavora)

A s'inimigu parare, a sa justizia fuire (Resistere di fronte al nemico, davanti la giustizia scappare)

A su male su remediu (Ogni male ha un suo rimedio)

A su toppu s'ispina (Allo zoppo la spina sotto il piede)

Abba de sero, friscu de manzanu (Pioggia di sera, fresco la mattina)

Abba in su pistone pista, abba est, et abba s'istat (L'acqua pestata dal pestello, acqua è e acqua rimane)

Abba passada non tira il mulino (Acqua passata non macina più)

Ama si cheres essere amadu (Bisogna amare se si vuole essere riamati)

Amare e non esser amadu, est tempus ingannadu (Amare senza essere corrisposti è tempo perduto)

Amore e signoria non cherent compagnia (Amore e potere non vogliono testimoni)

B
Bardadi de femina chi hat boghe de homine, e de homine chi hat boghe de femina (Guardati dalla donna con voce maschile, e dall'uomo con voce femminile)

Bellesa non faghet domo (La bellezza non crea la casa)

Bene narat su diciu (Dice bene il detto)

C
Caddu lanzu, musca meda (Il cavallo magro attira molte mosche)

Caddu senza coa, caddu de paga proa (Senza la coda il cavallo non ha valore)

Cando Deu non cheret, sos sanctos non an podere (Quando Dio non vuole, i Santi non hanno alcun potere)

Chi pappada e penzada poniri sa mesa duas bortasa; chi pappada e no penzada no poniri sa mesa mancu una borta (Chi mangia e riflette si siede a tavola doppiamente imbandita; chi mangia e non riflette non avrà nulla da mettere a tavola)

Chie andat cun su toppu a cando a s'annu est toppu e mesu (chi cammina con lo zoppo entro l'anno diventa zoppo e mezzo)

Chie chircat a Deus, cum Deus s'agatat (Colui che cerca veramente Dio lo trova)

Chie disizat sa morte est unu vile, chie la timet est pejus (Chi desidera di morire è un vile, chi ha paura di morire è ancora peggio)

Chie dormit a pizzinnu pianghet a bezzu (Chi non fa nulla in gioventù se ne pente da vecchio)

Chie est maccu s'istet in domo sua (I matti farebbero bene a non uscire di casa)

Chie faghet male hat male e pejus (Chi fa del male riceverà altrettanto, se non peggio)

Chie hat pius ricchesas hat pius pensamentos (Più si è ricchi e più si hanno grattacapi)

Chie hat un amigu, hat unu tesoro (Chi trova un amico trova un tesoro)

Chie male cominzat pejus accabat (Chi comincia male termina peggio)

Chie naschet tundu no morit quadru (chi nasce tondo non muore quadrato)

Chie non iscultat consizos, andat in hora mala (Chi non ascolta i consigli va in malora)

Chie non trabagliat pro isse, non trabagliat pro sos ateros (Chi non lavora per sé, non lavora per nessuno)

Chie tenet duas domos in una bi pioet (Chi ha due case, in una ci piove dentro)

Consizare sos ignorantes, opera meritoria (Consigliare gli ignoranti è un'opera buona)

Contra a Deus non si podet andare (A nessuno è permesso andare contro Dio)

Cum sa morte si accabbat totu (Con la morte finisce ogni cosa)

D
De milli amigos, non sinde incontrat unu fidele (Tra mille amici non ce n'è uno fedele)

De sos duos males abbrazza su minore (Dei due mali scegli il minore)

De su trabagliu fattu non ti nde pentas mai (Del lavoro svolto non ci si pente mai)

Deus ti bardet de malu bighinu, et de primu sonadore de violinu (Che Dio ti guardi dal cattivo vicino e dal primo suonatore di viuolino)

Dinari in buscia, e trigu in luscia (Il massimo è avere la borsa piana di soldi e il granaio pieno di grano - la botte piena e la moglie ubriaca)

Domo senza fundamentu non durai seculos chentu (Una casa che non ha fondamenta durerà poco)

Domos prò habitare, e binza prò mandigare (Il massimo è avere una casa per il ricovero e una vigna per mangiare)

E
Est mezus ainu biu chi non dottore mortu (È meglio un asino vivo che non un dottore morto)

F
Fagher su bellu in cara, et insegus s'istoccada (Davanti la carezza e la pugnalata alle spalle)

Femina risulana, o est macca o est vana (La donna che ride sempre, o è pazza, oppure è vanitosa)

Fizu solu, o totu malu o totu bonu (Figlio unico, o completamente perso, oppure sarà un eccellente discendente)

G
Ghie perdei sa muzere injustizia non si narat corrudu (Colui che perde la moglie mentre è in carcere non si può chiamare cornuto)

Ghie timet s'abba non andet a mare (Colui che teme l'acqua non vada a mare)

Grassu cumenti unu procu (Grasso e grosso come un maiale)

H
Homine bagasseri, pedidore (L'uomo che va con le prostitute si impoverisce di dignità e denaro)

Homine barrosu non lu timas (L'uomo ciarliero non fa paura)

Homine baulosu, fertu a machine (Uomo bavoso, mezzo matto)

Homine senza dinari, homine mortu (L'uomo senza soldi è come se fosse morto)

Homine solu non est bonu a niunu (Uomo che vive da solo non è di alcuna utilità)

Humana bellesa, ses de paga dura (La bellezza umana non dura molto)

I
In cheja manna non crebat preideru (Nella chiesa grande il prete non patisce la fame)

In d'ogni cosa bi hat su rimediu, foras che in sa morte (A tutto c'è' rimedio fuorché alla morte)

In domu de ferreri schironis de linna (In casa del fabbro si usano spiedi in legno)

Iscuru su caddu chi non hat padronu (Meschino quel cavallo che non ha padrone)

Iscuru su cristianu che non si ammentat tres boltas a sa die chi devet morrer (La sventura si abbatte su quel cristiano che non si ricorda tre volte al giorno che deve morire)

Isterre su pè cunforme a su lentolu (Distendi il piede per quanto è lungo il lenzuolo)

J
Justizia pronta, vinditta fatta (Giustizia pronta, vendetta fatta)

L
Leges meda, populu miseru (Molte leggi, popolo misero)

Lu pobaru mai ha bè; sempri trista e affligitu; quandu pensa alza un ditu; setti palmi a fondu z'è (Al povero non viene mai bene, è sempre triste e afflitto, e quando pensa di alzare un dito si trova in fondo a sette palmi)

M
Mezus bastonadas de amigu chi non lusingas de inimigu (Meglio una bastonatura da un amico che essere lusingati dal nemico)

Mezus unu bonu amigu chi non unu malu parente (Meglio avere un buon amico che un parente cattivo)

Morte de frades creschimentu de benes (Alla morte dei fratelli aumentano i beni)

Muzere bella, maridu corrudu (Quando la moglie è bella, il marito è sicuramente cornuto)

N
Nen bella senza peccu, nen fea senza tractu (Non c'è bellezza senza difetto, né donna brutta senza pregi)

Nen cum Santos nen cum maccos non servit bugliare (Con i Santi a con i pazzi non bisogna mai scherzare)

Niune est cuntentu de sa fortuna chi dat Deus (Nessuno è mai pago di ciò che gli ha riservato Dio)

Non est bellu su chi est bellu, si non su chi piaghet (Non e' bello ciò che e' bello, ma e' bello ciò che piace)

O
Ogni attappada est a su poddighe malu (Ogni martellata va sul dito malato)

Ogni malu consizadu est bonu consizadore (Chi è stato mal consigliato a sua volta diviene un ottimo consigliere)

P
Pius balet s'experentia qui non sa scientia (Vale di più l'esperienza che la scienza)

Poveresa non est vilesa (La povertà non è una vergogna)

Preideru mortu cadrea leada (Morto un prete ne arriva un altro)

Pro su dinari nissunu narat basta (Quando si tratta di soldi nessuno dice basta)

Pustis mortu comunigadu (Dopo morto, comunicato)

Q
Qui hat dinari cumparit innocente (Chi è ricco è sempre innocente)

Qui queret fagher quantu queret, perdet quantu hat (Colui che vuole tutto ciò che desidera perde quello che ha)

Quie sammunat sa conca a s'aiunu, perdet tribagliu et sabone (Colui che insapona la testa all'asino, perde tempo, acqua e sapone)

R
Ricchesas male acquistadas non sunt de dura (La ricchezza male acquisita dura poco)

Rispetta sos mortos e time sos bios (Rispetta i morti e abbi paura dei vivi)

S
Sa femina arrogante isbirgonzat su maridu (La donna arrogante svergogna il marito)

Sa justizia est pro totus (La giustizia è uguale per tutti)

Sa musca si tenet cun su mele non cun su fele (Le mosche si prendono con il miele, non con il fiele)

S'abba curret a mare (L'acqua corre a mare)

Sos maccos e sos pizzinnos narat sa veridade (I matti e i bambini dicono la verità)

Su becciu non sentiada ca moriada, sentiada ca no isciada (Il vecchio non aveva paura di morire, gli rincresceva di non sapere)

Su qui est intro de sa padedda non l'ischit si no sa trudda (Ciò che bolle nella pentola lo sa il mestolo che lo rigira)

Su tropu istropiat (Quando è troppo storpia)

T
Tottu sas cosas passant (tutto passa)

Totu sos homines sunt homines (Sbagliare è umano)

Totu su mundu est paesu (Tutto il mondo è paese)

Tres cosas sunt reversas in su mundu: s'arveghe, s'ainu e i sa femina (Tre cose al mondo hanno la testa dura: la pecora, l'asino e la donna)

U
Unu solu Deus est senza defetu (Un solo Dio c'è ed è senza peccato)

V
Verbos qui non sunt pagados, mai siant sanados (Parole che non sono pagate non siano mai sanate)

Z
Zimpina in binza, malu pudadore (Uva selvatica, cattivo potatore)

Zoronada bene facta est pagada a bonu coro (Giornata ben lavorata viene pagata profumatamente)

COMMENTI

Nome

Acquario Aeronautica Militare Animali Ariete Armi Astrologia Belle Bilancia Buddha Caccia Cancro Capricorno Carabinieri Charles Perrault Concorsi Divertenti Domande frequenti Esercito Italiano Esopo Facebook Favole Fedro fratelli Grimm Gemelli Guardia di Finanza Instagram La Fontaine Leone Luoghi Marina Militare Oroscopo Pesci Polizia di Stato Polizia Penitenziaria Proverbi Ricette Sagittario Scorpione Selma Lagerlof Snapchat Social Sport Storie Toro Trilussa Tristi Vere Vergine Video
false
ltr
item
2.3: Proverbi e detti antichi in dialetto sardo
Proverbi e detti antichi in dialetto sardo
I proverbi sono soliti essere delle brevi citazioni dal sapore che varia dal dolce al piccante. A volte può capitare che un proverbio sia in contrapposizione con un altro. Per esempio, mentre uno può spingere a muoversi rapidi: "Chi si ferma è perduto", un altro può incitare alla calma: "Guarda dove metti i piedi".
http://1.bp.blogspot.com/-e4Gcc0snsSg/ViF2evxJDiI/AAAAAAAABRY/jYFuozaItvc/s320/Sardegna.jpg
http://1.bp.blogspot.com/-e4Gcc0snsSg/ViF2evxJDiI/AAAAAAAABRY/jYFuozaItvc/s72-c/Sardegna.jpg
2.3
http://www.duepuntotre.it/2015/10/proverbi-e-detti-antichi-in-dialetto.html
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/
http://www.duepuntotre.it/2015/10/proverbi-e-detti-antichi-in-dialetto.html
true
6528433828354979305
UTF-8
Nessun contenuto VEDI TUTTO Leggi tutto Rispondi Cancella Cancella di Home PAGINE POSTS Vedi tutto CONSIGLIATI TAG ARCHIVIO CERCA TUTTI I POSTS Nessun contenuto Vai alla home Domenica Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Dom Lun Mar Mer Gio Ven Sab Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre Ottobre Novembre Diecmbre Gen Feb Mar Apr Maggio Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic adesso un minuto fà $$1$$ minuti fà un'ora fà $$1$$ ore fà ieri $$1$$ giorni fà $$1$$ settimane fà più di 5 settimane fà Followers Follow CONDIVIDI PER SBLOCCARE QUESTO CONTENUTO Condividi Copia Seleziona Copiato! Impossibile copiare, clicca [CTRL] + [C] (o CMD+C per Mac) per copiare